sabato 7 marzo 2009

Il Lago dei Misteri narra di Michele: l'arcangelo con la spada.

Alfa, la mente del blog Il Lago dei Misteri, ispirato dalla voce "Angeli" (nostro filo conduttore della puntata) coglie l'occasione per narrare la storia dell'angelo più luminoso divenuto dragone e di san Michele arcangelo che vegliava sulla sorte umana proteggendoci dal male. Il nesso col territorio arriva dalla interessante citazione al colle di S.Michele di Borgomanero: eccezionale dal punto di vista panoramico, poiché regala un colpo d'occhio stupendo sulla pianura circostante. Proprio lì sopra c'è la chiesetta dedicata al santo che risale all'età medievale, quando era molto diffuso il culto degli angeli, tra i quali è annoverato proprio S.Michele, venerato dai Bizantini e dai Longobardi; questi ultimi erano soliti costruire i luoghi di culto in posizione elevata perché appunto più vicini agli angeli.

Angeli
Il loro numero si conta a miriadi di miriadi. Sono ovunque intorno a noi. Invisibili testimoni del nostro agire quotidiano, sovente custodi, talora messaggeri. Creature di puro spirito ad intelligenza, gli Angeli furono creati all’inizio dei tempi, quando la Luce scacciò la Tenebra.
Anche ad essi, come agli Uomini, fu data la libertà ma, da creature perfette quali sono, la loro scelta è per sempre e non conosce ripensamenti. Secondo il mito, fu il più splendente degli Angeli il primo a voltare le spalle alla Luce, mutando il suo aspetto in quello di un Dragone. Lo fece, si dice, per essere il primo nell’Abisso, piuttosto che il secondo in Cielo.
Il suo esempio fu seguito da molti altri e il numero delle sue legioni divenne smisurato. Allora le schiere angeliche, guidate da Michele, ingaggiarono una battaglia terribile coi ribelli, finché il Dragone e i suoi Angeli furono precipitati come folgori sulla Terra. Invidiosi dell’opportunità di redimersi concessa agli Uomini, gli Angeli caduti li tentano in tutti i modi, per ghermirli e trascinarli con loro nelle tenebre. Agli Angeli fedeli, tuttavia, fu ordinato di vegliare sulla sorte degli Uomini e persino su quella delle Nazioni, ammonendo, proteggendo e guidando. L’equilibrio fu ristabilito e agli Uomini è dato ancora modo di scegliere liberamente. Molti santuari vennero eretti in onore di Michele, l’Arcangelo con la spada. Accanto alle chiese più famose, in Piemonte, in Normandia, in Toscana e in Puglia, mi piace ricordarne una, piccola e antica, sulle colline attorno a Borgomanero.

2 commenti:

Rossana ha detto...

Bellissimo, come sempre! Alfa.... le sa tutteeeee!!!!
Rossana

Alfa ha detto...

Grazie!